Indice del forum

Insieme per conoscere

Scambio di conoscenze, esperienze, sensazioni, notizie e relax

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Montale
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Letteratura e poesia italiana
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
misette9

Medio
Medio






Registrato: 23/06/04 07:47
Messaggi: 54
misette9 is offline 

Località: Palermo
Interessi: Storia e letteratura



MessaggioInviato: Lun Dic 06, 2004 7:38 pm    Oggetto:  Montale
Descrizione:
Rispondi citando

lettura " E andando nel sole che abbaglia,
sentire con triste meraviglia
com'è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia."


Montale -Ossi di seppia

lettura

_________________
Sic et simpliciter
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Adv



MessaggioInviato: Lun Dic 06, 2004 7:38 pm    Oggetto: Adv





Torna in cima
Gemma

Top
Top





Età: 62
Registrato: 26/06/04 18:15
Messaggi: 4800
Gemma is offline 

Località: AGLIANA (PT)
Interessi: amo scrivere poesie, leggere, aiutare chi ha bisogno, per aiutare me stessa
Impiego: insegnante


MessaggioInviato: Mer Dic 08, 2004 8:24 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Antico, sono ubriacato dalla voce

Antico, sono ubriacato dalla vocech'esce dalle tue bocche quando si schiudonocome verdi campane e si ributtanoindietro e si disciolgono.La casa delle mie estati lontane,t'era accanto, lo sai,lá nel paese dove il sole cuocee annuvolano l'aria le zanzare.Come allora oggi in tua presenza impietro,mare, ma non piú degnomi credo del solenne ammonimentodel tuo respiro. Tu m'hai detto primoche il piccino fermentodel mio cuore non era che un momentodel tuo; che mi era in fondola tua legge rischiosa: esser vasto e diversoe insieme fisso:e svuotarmi cosí d'ogni lorduracome tu fai che sbatti sulle spondetra sugheri alghe asteriele inutili macerie del tuo abisso.
(Eugenio Montale, Ossi di seppia; Mediterraneo)

_________________
O gemma leziosa, adorna villanella,che sei più virtudiosa che non se ne favella; per la virtude ch'hai, per grazia del Signore, aiutami, chè sai, ch'io son tuo servo, Amore.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Spettro_nero

Top
Top





Età: 62
Registrato: 20/06/04 12:02
Messaggi: 943
Spettro_nero is offline 






MessaggioInviato: Gio Dic 09, 2004 7:11 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Spettro_nero ha trovato tra le ossa:

SARCOFAGHI
Dove se ne vanno le ricciute donzelle
che recano le colme anfore su le spalle
ed hanno il fermo passo sì leggero;
e in fondo uno sbocco di valle
invano attende le belle
cui adombra una pergola di vigna
e i grappoli ne pendono oscillando.
Il sole che va in alto,
le intraviste pendici
non han tinte: nel blando
minuto la natura fulminata
atteggia le felici
sue creature, madre non matrigna,
in levità di forme.
Mondo che dorme o mondo che si gloria
d'immutata esistenza, chi può dire?,
uomo che passi, e tu dagli
il meglio ramicello del tuo orto.
Poi segui: in questa valle
non è vicenda di buio e di luce.
Lungi di qui la tua via ti conduce,
non c'è asilo per te, sei troppo morto:
seguita il giro delle tue stelle.
E dunque addio, infanti ricciutelle,
portate le colme anfore su le spalle.

_________________
"L'egoismo ispira un tale orrore che abbiamo inventato le belle maniere per nasconderlo, ma traspare attraverso tutti i veli e si tradisce in ogni occasione."
Arthur Schopenhauer
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Gemma

Top
Top





Età: 62
Registrato: 26/06/04 18:15
Messaggi: 4800
Gemma is offline 

Località: AGLIANA (PT)
Interessi: amo scrivere poesie, leggere, aiutare chi ha bisogno, per aiutare me stessa
Impiego: insegnante


MessaggioInviato: Gio Dic 09, 2004 2:12 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

... Lungi da qui la tua vita ti conduce, non c'è posto per te, sei troppo morto"...
questa frase ha sempre suscitato in me un senso di opprimente impossibilità... "sei troppo morto", come se la morte lasciasse spazio al non poterlo essere... La vita è solo un cammino parziale di un'anima che sta su questa terra, ma chissà quale sarà il camino eterno, quello che durerà per sempre...

_________________
O gemma leziosa, adorna villanella,che sei più virtudiosa che non se ne favella; per la virtude ch'hai, per grazia del Signore, aiutami, chè sai, ch'io son tuo servo, Amore.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Spettro_nero

Top
Top





Età: 62
Registrato: 20/06/04 12:02
Messaggi: 943
Spettro_nero is offline 






MessaggioInviato: Dom Dic 12, 2004 8:14 am    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Gemma ha scritto:
... Lungi da qui la tua vita ti conduce, non c'è posto per te, sei troppo morto"...
questa frase ha sempre suscitato in me un senso di opprimente impossibilità... "sei troppo morto", come se la morte lasciasse spazio al non poterlo essere... La vita è solo un cammino parziale di un'anima che sta su questa terra, ma chissà quale sarà il camino eterno, quello che durerà per sempre...


O Mortali, vi assicuro, e ne ho ben donde, vivere dovete seguendo retta via, quella smarrita... recuperar dovete e tutto render dritto fia banana vostro impegno e vostro ingegno!

_________________
"L'egoismo ispira un tale orrore che abbiamo inventato le belle maniere per nasconderlo, ma traspare attraverso tutti i veli e si tradisce in ogni occasione."
Arthur Schopenhauer
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Gemma

Top
Top





Età: 62
Registrato: 26/06/04 18:15
Messaggi: 4800
Gemma is offline 

Località: AGLIANA (PT)
Interessi: amo scrivere poesie, leggere, aiutare chi ha bisogno, per aiutare me stessa
Impiego: insegnante


MessaggioInviato: Dom Dic 12, 2004 3:02 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

grazie per il tuo consiglio, spettro
chi può darme meglio di te????

_________________
O gemma leziosa, adorna villanella,che sei più virtudiosa che non se ne favella; per la virtude ch'hai, per grazia del Signore, aiutami, chè sai, ch'io son tuo servo, Amore.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Gemma

Top
Top





Età: 62
Registrato: 26/06/04 18:15
Messaggi: 4800
Gemma is offline 

Località: AGLIANA (PT)
Interessi: amo scrivere poesie, leggere, aiutare chi ha bisogno, per aiutare me stessa
Impiego: insegnante


MessaggioInviato: Gio Mag 19, 2005 3:49 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Spesso il male di vivere ho incontrato

Spesso il male di vivere ho incontrato:
era il rivo strozzato che gorgoglia,
era l'incartocciarsi della foglia
riarsa, era il cavallo stramazzato.

Bene non seppi; fuori del prodigio
che schiude la divina Indifferenza:
era la statua nella sonnolenza
del meriggio, e la nuvola, e il falco alto levato.

_________________
O gemma leziosa, adorna villanella,che sei più virtudiosa che non se ne favella; per la virtude ch'hai, per grazia del Signore, aiutami, chè sai, ch'io son tuo servo, Amore.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Ven Giu 02, 2006 5:29 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Meriggiare placido e assorto

Meriggiare placido e assorto
presso un rovente muro d'orto,
ascoltare tra i pruni e gli sterpi
schiocchi di merli, frusci di serpi.

Nelle crepe del suolo o su la veccia
spiar le file di rosse formiche
ch'ora si rompono ed ora s'intrecciano
a sommo di minuscole biche.

Osservare tra frondi il palpitare
lontano di scaglie di mare
mentre si levano tremuli scricchi
di cicale dai calvi picchi.

E andando nel sole che abbaglia
sentire con triste meraviglia com'è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia



Questa poesia appartiene, come già sicuramente sapete, ad Eugenio Montale ed è tratta dalla sua prima raccolta Ossi di Seppia dove indica già nel titolo il carattere inconfondibile di una poesia scarna ed essenziale: dinanzi ad un paesaggio della costiera ligure dove è vissuto da bambino.
Montale riesce a prendere contatto con una realtà dalla quale le vicende della vita lo hanno escluso, infatti recita:
" Oh allora sballottati
come osso di seppia dalle ondate
svanire a poco a poco;
diventare albero rugoso od una pietra
levigata dal mare (Riviere)
L'osso di seppia quindi indica la condizione stessa del poeta, come oggetto che fa parte del mare, realtà sempre uguale e diversa nel flusso dell'esistenza, ma al tempo stesso anche relitto, ormai staccato e distinto dal mare.
Montale ha qui un duplice atteggiamento di fronte alla realtà che è insieme storia e mistero esistenziale; ma il pessimismo, che è consapevolezza della negatività dell'esistenza, è superato da un profondo impegno morale, sicché "il male di vivere"
Torna in cima
Gemma

Top
Top





Età: 62
Registrato: 26/06/04 18:15
Messaggi: 4800
Gemma is offline 

Località: AGLIANA (PT)
Interessi: amo scrivere poesie, leggere, aiutare chi ha bisogno, per aiutare me stessa
Impiego: insegnante


MessaggioInviato: Dom Giu 04, 2006 12:08 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

la vita è sempre stata una cosa affascianante e nel simil tempo piena di inganni e di paure, è una lotta continua questo salire in essa e trovare cocci di bottiglia, sì, ma che possono non farci male...

bellissima poesia di Montale...

_________________
O gemma leziosa, adorna villanella,che sei più virtudiosa che non se ne favella; per la virtude ch'hai, per grazia del Signore, aiutami, chè sai, ch'io son tuo servo, Amore.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Anonymous

Ospite















MessaggioInviato: Dom Giu 04, 2006 8:07 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Il raschino

Credi che il pessimismo sia esistito? Se mi guardo
d'attorno non ne è traccia.
Dentro di noi poi, non una voce
che si lagni. Se piango è un controcanto
per arricchire il grande
paese della cuccagna ch'è il domani.
Abbiamo ben grattato col raschino
ogni eruzione del pensiero. Ora
tutti i colori esaltano la nostra tavolozza,
escluso il nero.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Gemma

Top
Top





Età: 62
Registrato: 26/06/04 18:15
Messaggi: 4800
Gemma is offline 

Località: AGLIANA (PT)
Interessi: amo scrivere poesie, leggere, aiutare chi ha bisogno, per aiutare me stessa
Impiego: insegnante


MessaggioInviato: Gio Giu 15, 2006 4:06 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

i colori di una tavolozza sono i colori dentro una vita... bellissimi se saputi dipingere, se saputi valutare e apprezzare, ma brutti se la tavolozza resta senza un colore... la vita è nera così, senza colore...
_________________
O gemma leziosa, adorna villanella,che sei più virtudiosa che non se ne favella; per la virtude ch'hai, per grazia del Signore, aiutami, chè sai, ch'io son tuo servo, Amore.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Letteratura e poesia italiana Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum





Insieme per conoscere topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008